Il piano di comunicazione per professionisti outdoor

Il piano di comunicazione per professionisti outdoor

Il piano di comunicazione è uno strumento di progettazione che viene spesso frainteso dai liberi professionisti con il programma delle attività o il calendario dei sevizi offerti. Questi tre elementi (piano di comunicazione, programma attività e calendario servizi) fanno parte del progetto in senso completo; sono correlati ma il primo ha delle caratteristiche distintive e specifiche, che lo rendono indispensabile per un lavoro di comunicazione ad ampio raggio.

La direzione della comunicazione

Il piano di comunicazione ha lo scopo di delineare la direzione della comunicazione nell’arco temporale che può variare da uno a tre a cinque anni. Si sviluppa dopo aver raccolto i dati dell’analisi e dopo aver individuato gli obiettivi che si vogliono raggiungere mettendo in campo strumenti e contenuti per l’utente, il lettore, il cliente online.

La direzione viene data dalle scelte di comunicazione interna ed esterna, online e offline. In questo contesto vengono così incluse:

  • modifiche o aperture di siti web, social e attività di e-mail marketing
  • relazioni con la stampa
  • gadget e coupon per il cliente
  • brochure di presentazione
  • partecipazione ad eventi in qualità di sponsor o postazione
  • viaggi in partnership, di formazione o di apertura nuove relazioni
  • attività di pubbliche relazioni
  • flussi di informazioni fra il team

Piano di marketing e piano di comunicazione: la differenza

Il piano di marketing delinea l’indirizzo strategico del brand:

  • vision, mission, obiettivi strategici
  • il posizionamento sul mercato
  • il target
  • tipologie di servizi/prodotti e loro disponibilità
  • gli elementi distintivi del prodotto/servizio
  • gli investimenti ed il ritorno
  • i flussi di cassa
  • le strategie di prezzo per raggiungere determinate nicchie
  • le caratteristiche essenziali di riconoscibilità del brand
  • analisi e monitoraggio del brand e del mercato

Il piano di comunicazione, invece, agisce su:

  • identità d’immagine e personalità del brand
  • completezza del messaggio
  • tone of voice dei tuoi messaggi
  • esperienza emozionale
  • relazione diretta e significati
  • percezione delle differenze e dei vantaggi
  • valore aggiunto umano
  • tipologia di contenuti
  • strumenti per l’erogazione
  • calendario dei contenuti e loro erogazione

Perché fare un piano di comunicazione se sono un professionista outdoor?

Quando il tuo reddito dipende da come comunichi e da quanto sei efficace nel tuo lavoro, avere un buon piano di marketing e un buon piano di comunicazione a supporto delle strategie di marketing ti consente di raggiungere risultati più duraturi nel tempo.

E’ vero che stendere questi strumenti operativi è difficile, richiede tempo e competenze e può scoraggiare il libero professionista che si cimenta per la prima volta con questi elementi. Servono solo pazienza, tenacia e umiltà. Pazienza nel cercare e trovare le risposte più in linea con la vera voce del tuo progetto. Tenacia nel perfezionare le idee rendendole sostenibili e attuabili nel concreto. Umiltà nell’accettare che si può non sapere e si può chiedere aiuto. Così come si può imparare a fare bene, nel tempo.

Piano di comunicazione e programma attività o calendario servizi

Il piano di comunicazione non è il programma delle attività che vuoi lanciare durante l’anno. Queste rientrano nel tuo piano di marketing ma riguardano la comunicazione solo nel momento in cui stabilisci una tempistica per il lancio, dei contenuti a supporto, un’iter di registrazione online, un supporto a mezzo stampa e via dicendo.

Le tue trimestralità di formazione erogata, servizi alla persona o pacchetti riguardano la parte economica e operativa della tua attività. Questo fraintendimento di luoghi crea molti danni al libero professionista, che pensa all’immissione blanda sul mercato di un nuovo servizio come ad un lavoro di comunicazione. Non è così. Promuovere un nuovo servizio significa pensare ad un set di azioni di comunicazione concrete, strumenti per diffonderla, metriche per valutare gli obiettivi e i risultati.

E no, non te la semplifico come pratica. Perché la tua attività è importante e se vuoi davvero fare le cose al meglio allora è bene che inizi a prendere seriamente il tuo lavoro a tutto tondo. Però te la rendo più semplice così: costruiamolo insieme, il tuo piano di comunicazione.