Contenuti utili (e non utili) per la tua promozione online

Contenuti utili (e non utili) per la tua promozione online

I contenuti sono l’elemento fondamentale della tua promozione online. L’utente, prima di diventare cliente, ha bisogno di conoscerti “a distanza”, di entrare in contatto con te, di seguirti e studiarti. I tuoi servizi come libera professionista possono risolvere un immediato problema al follower (penso ai veterinari, per esempio) ma potrebbero anche appartenere alla categoria dei servizi accessori. In questo caso l’acquisto non avviene mai d’impulso. E’ ragionato. Per arrivare alla transazione, l’utente web sperimenta, spesso in modo inconsapevole, diversi passaggi. Spesso si tratta di funnel di marketing (offerta gratuita, rilascio indirizzo e-mail, set di e-mail, proposta commerciale, vendita oppure nuove e-mail di convincimento fino alla vendita). Può anche fare dei passaggi esterni al funnel ed arrivare all’acquisto sulla base di ciò che legge e dell’idea che si fa di te come professionista o del tuo servizio. Per questo i contenuti sono centrali, sia che si tratti di funnel, sia che si tratti di content marketing non automatizzato.

Negli ultimi mesi c’è stata una divisione sostanziale di pro-attività: chi è rimasto immobile e paralizzato, chi ne ha approfittato per formarsi, chi ha agito rivedendo il modello di business accogliendo a piene braccia il cambiamento. Qualsiasi sia stata la tua azioni, hai visto intorno a te, hai usato, hai generato una marea di contenuti. I contenuti sono la chiave portante. 

Contenuti web: capiamo il nuovo contesto 2020

L’esperienza del Coronavirus ha portato le vendite online al 70% via e-commerce. Le occasioni di formazione digitale sono balzate in avanti grazie a Skype, Zoom, Meeting, Webinar. Le possibilità di guadagnare oltre il proprio confine paesano, comunale, regionale, sviluppando la platea digital anche agli over 60 è cresciuta esponenzialmente. Gli anziani sono diventati consumatori di contenuti online, abili nell’utilizzare piattaforme e-commerce e customare care.

Lo smart working è stata la soluzione che ha permesso a molte aziende di continuare a fatturare e molti professionisti, pur avendo un’attività prima del Covid totalmente incentrata sull’incontro uno ad uno nel reale, hanno costruito reddito mantenendo lo stile di vita economico quasi inalterato o addirittura migliorato utilizzando l’online come canale di relazione e di aiuto.

A cosa servono i contenuti

Un contenuto è un elemento che contiene informazioni, emozioni ed intenzioni.

Informazioni perché diciamo qualcosa, parliamo di qualche argomento, abbiamo un tema.

Emozioni perché,nella sua produzione, noi viviamo emozioni e, in base a come realizziamo il contenuto, produciamo emozioni nelle persone che ci ascoltano, leggono, vedono. Il “non detto”, l’invisibile, quello che passa sotto traccia e che puoi controllare solo se sei altamente consapevole del mezzo e del messaggio, ha un’influenza enorme sul risultato rapido e consolidato nel tempo.

Le intenzioni manifeste sono quelle speranze, richieste, aspirazioni che motivano o corredano l’esistenza del contenuto stesso. Possono essere call to action, chiamate all’azione come “iscriviti”, “acquista”, “scarica”, “entra nella community” oppure più sottili come la generazione di nuovi pensieri, bisogni, desideri come il far parte di un processo di cambiamento, il vivere determinate esperienze, il mettersi a disposizione per una causa, il coinvolgere i propri contatti per fare qualcosa di bello. 

Attraverso i contenuti mostriamo la nostra personalità, le credenze, la sensibilità, quello che ci colpisce, come ci interfacciamo con il mondo. Pensate, per esempio, ad un vaso di fiori fotografato da dieci fotografi differenti: nessuno immortalerà la stessa immagine perché tutti vedranno qualcosa di diverso e speciale e lo fotograferanno perché la loro sensibilità verrà riattivata grazie ad un mix di simboli, sensi e significati.

Contenuti non utili o dannosi per il tuo business

Polemiche, lamentele fini a se stesse, condivisioni senza un perché, catene di Sant’Antonio. Discussioni su chi ha più ragione su un tema empirico, che la discussione stessa non potrà cambiare.

Inutili perché non dicono nulla, non portano acqua al tuo mulino, vanno ad agire sulla percezione di te delle persone, ti risucchiano energie, non cambiano la tua situazione di disagio, non portano gli altri a cambiare atteggiamento.

Dannose perché, senza che tu te ne renda conto, creano barriere fra te e i tuoi follower. Il tuo modo di affrontare le avversità potrebbe non essere percepito come d’ispirazione e nel mondo odierno tutti cercano qualcuno a cui ispirarsi. Se condividi solo negatività, la tua immagine ne sarà segnata. e prima di scalzare questo “marchio” nella mente dei tuoi lettori web, ci vorrà molto tempo e molto impegno. La credibilità è lunga da riottenere.

Contenuti utili

Argomenti di interesse, informazioni sui servizi, riflessioni sugli approcci, tutorial, risultati, storie, inviti ad avere forza, speranza. Citazioni che infondono coraggio. Esperienze che possono agevolare i risultati di qualcuno. Questi sono contenuti che lavorano in maniera favorevole per il tuo business. Perché la gente cerca risposte e, soprattutto, qualcuno che nel virtuale tenda la mano, dia un aiuto, un consiglio, un suggerimento capace di migliorare, semplificare, attutire, “bellizzare” la propria realtà.

Se vuoi approfondire cos’è il piano di comunicazione oppure se vuoi riascoltare la diretta live via Facebook dedicata ai contenuti puoi cliccare qui. Se preferisci iniziare a lavorare insieme per ottimizzare la tua auto promozione, accedi al servizio da qui.