3 analisi che devi fare

3 analisi che devi fare

Hai deciso di avviare la tua impresa o di rilanciare la tua attività come free-lance. Ora vuoi capire in che contesto ti andrai a muovere, quali opportunità potrai cogliere, quali rischi dovrai affrontare. Nelle lezioni precedenti abbiamo lavorato sull’approccio imprenditoriale, sul progetto, oggi ci focalizziamo sull’analisi.

Analisi SWOT

Forse ne hai già sentito parlare o forse no. La SWOT analysis è, per dirla in maniera molto semplice, una fotografia del momento attuale dell’impresa/brand/libero professionista. Mette in relazione i punti di forza e di debolezza dell’impresa con le opportunità e le minacce del mercato.

Compilandola con onestà e completezza, riusciamo a comprendere in maniera molto proficua il territorio nel quale ci muoviamo, interno a noi ed esterno. Per i liberi professionisti, le limitazioni caratteriali, le “fatiche di fare impresa”, le pigrizie sono elementi importanti da inserire perché ti permettono di farti carico delle tue responsabilità e di chiederti:

  • se non cambio atteggiamento, cosa cambia nel mio business?
  • su cosa posso fare affidamento?
  • come posso “cavalcare” l’occasione?

Analisi Benchmark

Quest’analisi permette il confronto sistematico con le migliori realtà del nostro settore e ci permette di guardare a loro per migliorare. Abbiamo cinque diverse tipologie di benchmark:

  • interno (comparazione fra settori diversi della stessa azienda), competitivo (confronto fra aziende competitors),
  • funzionale (comparazione fra processi simili di aziende concorrenti),
  • globale (processi diversi in organizzazioni diverse per trovare le soluzioni migliori sul mercato),
  • energetico (confrontare consumi energetici tra aziende diverse)

Analisi dei costi

Per quanto non tutti abbiamo competenze in materia contabile, la salute di un’azienda si misura anche dai flussi finanziari, dalle entrate e dalle uscite, dai debiti e dai crediti, da come e dove investiamo e da quando e quanto ci rientra. In quanto tempo, con quali condizioni, se ci sono. E’ un’analisi fondamentale soprattutto se il budget a disposizione è ridotto ma si rivela cruciale anche quando disponiamo di somme interessanti da investire nella nostra impresa.

Una cattiva gestione finanziaria è il funerale di qualsiasi business. Purtroppo, vedere nero su bianco come gestiamo la cassa ci porta davanti agli occhi le responsabilità dirette connesse:

  • Cosa permettiamo?
  • Dove sperperiamo?
  • Quanto guadagniamo al giorno?
  • Quel corso, quel consulente, quell’esperienza sono stati fruttiferi in termini di fatturato in entrata oppure sono stati solo dei costi a carico che non hanno avuto una resa in termini di utile?

Ecco, se vuoi fare impresa, queste sono le basi. Ti aspetto nella mia pagina Facebook per la diretta della settimana a tema “Prodotto, ciclo di prodotto e brand“. Se vuoi aggiornarti sui contenuti precedenti, iscriviti al mio canale You Tube oppure ascolta i podcast su Spotify. Hai dubbi o domande? Scrivimi via e-mail a info@wolfeyesinside.com