Domande essenziali per lavorare bene online

come costruire un progetto, come comunicare e come raggiungere risultati

Oggi mi piacerebbe riflettere, insieme a te, sulle “cose pratiche”, che ti servono per mette in piedi una proposta e ottenere risultati. Sono attività di comunicazione concrete, che puoi attivare da sola/o cercando di essere il più possibile concentrata/o e onesta/o con te stessa/o.

Ti servono due elementi imprescindibili: tempo e spazio. Hai bisogno di uno spazio “tuo” nel quale chiudere il mondo fuori per qualche ora, dando priorità alla tua attività. Questo spazio può essere il tuo ufficio come un bosco con una panca e un tavolo disseminati lungo il sentiero. Oppure ancora il tavolo di un coworking o di un caffè letterario: l’importante è che tu senta questo luogo come comodo e fecondo, privato e “di tua proprietà” spirituale. Una delle frasi che più spesso sento dalle donne con le quali mi confronto è: “Non ho tempo. So che dovrei ma poi.. tutto il resto prende il sopravvento.

Di questo, Clarissa ne ha parlato in abbondanza e non posso che riconoscere un fondamento di ragione quando colloca queste tendenze a procrastinare o negare come non dare valore alla propria attività personale per tutta una serie importante di motivi, che lei sviscera dal punto di vista psicoanalitico.

Nella mia esperienza, ho capito sul campo, errore dopo errore, quanto l’elemento “tempo” sia, in realtà, un fattore cruciale: serve tempo per immaginare, scrivere, creare community, incuriosire, comunicare su più piani, stimolare relazioni, produrre materiale, farsi le giuste domande e trovare quelle risposte strategiche utili ai tuoi fini. Serve tempo per pianificare a livello editoriale: cosa viene prima, cosa viene dopo, cosa inserire nel mentre. Te lo sei mai chiesta?

Ci sono domande che raramente le persone si fanno (e che ti sono utili nel tuo business):

  • Qual è il valore aggiunto della mia proposta?

Esiste un valore aggiunto oppure è una replica di quanto altri hanno già sperimentato? Ti sei mai soffermata a riflettere sul tuo valore aggiunto e su quello che lasci alle tue clienti? Per “valore aggiunto” intendo: come fai la differenza nella vita della persona che compra per averti o per avere il tuo oggetto. Come gliela migliori. Come ti conficchi nei suoi ricordi e nelle sue parole. Come gli risolvi un problema importante, che può anche essere vivere un’ora di pace assoluta.

Nel mondo attuale, uno dei motivi che fanno pendere l’ago della bilancia in tuo favore, dritto verso l’acquisto, è proprio il cuore pulsante dell’esperienza insieme a te: le persone dovrebbero portarla nel cuore a lungo.

  • Dove si trova il mio target prescelto?

Non viene nessuno!” oppure “Non compra nessuno!“: può essere che uno dei problemi principali sia proprio il target prescelto e la comparazione con i luoghi di comunicazione e lo stile di comunicazione utilizzato per raggiungere proprio quel target. Se c’è discrepanza, i risultati non saranno mai ottimali perché c’è incoerenza e conflitto. Risolvibile con: spazio – tempo – riflessione – cambiamento.

  • Come lo raggiungo?

Dove si trova il mio target? All’interno di quali hub posso contattare persone influenti, disponibili nel farmi entrare nei circoli vicini, affini, pertinenti al tipo di persone con le quali voglio lavorare?

Ti faccio un esempio personale: uno dei miei “pallini” è lavorare con le donne fascia 30-55, libere professioniste, con un progetto creativo d’anima, site nelle zone montane oppure pedemontane del Friuli Venezia Giulia. Perché loro? Per mille mila motivi, di marketing e d’anima. Come le raggiungo?

Nel corso del prossimo anno, realizzerò alcune attività di presentazione proprio in quelle zone e il corso di scrittura creativa nel bosco (soprattutto con l’arrivo della primavera) mi porterà lassù. Per ora, informo di persona, chi ritengo fidato, di alcuni dettagli: questo mi ha portato a conoscere altre persone, che mi hanno messo in contatto con “la montagna”.

Nessun sotterfugio: ho detto chiaramente cosa volevo raggiungere e perché. E queste motivazioni sono state talmente forti da coinvolgere emotivamente il mio interlocutore e spingerlo a darmi una mano, con generosità, mettendomi a disposizione informazioni e conoscenze. Risultato? New entry: è arrivata la mia cliente “montanara” D.O.C., che stimo tantissimo per i percorsi sulle cime (dalle escursioni alle ferrate in poi) e per il suo lavoro (creativo e femminile).

  • Che tipo di contenuti mi servono per arrivare dalla proposta alla presenza effettiva?

Lavorato sulla tua proposta e sul tuo target, hai bisogno di capire come far fluire attenzione, interesse e passaparola intorno al tuo progetto/prodotto/proposta. Quindi: che tipo di contenuti ti servono, per esempio, per far affluire persone dal web nel grande incubatore di energia, che è il tuo sito o il tuo blog? Con che cadenza li vuoi proporre? Cosa ti aspetti facciano le persone con questi tuoi contenuti?

Come faciliti queste azioni?

  • Quali fattori considero nella valutazione del risultato?

Le statistiche, certo. Ma non soltanto. Potresti conteggiare il numero di messaggi privati, le richieste informazioni, le richieste preventivo e i preventivi accettati senza modifiche o con modifiche migliori, le transizioni effettivamente eseguite, le condivisioni social, le citazioni negli altri blog, gli attestati di stima di altri professionisti, che si accorgono di te e, vincendo la normale ritrosia nel riconoscere a qualcun altro di concorrente un merito, magari sono così “illuminati” dal dirti: “Caspita! Stai facendo proprio un bel lavoro!“.

[Sottotitolo: ok, siamo concorrenti e, forse ti sento anche come minaccia, in parte. Ok, ti monitoro per capire come ti muovi e quanto mi vuoi “rubare”. Però, per onestà intellettuale e personale, non posso che farti i complimenti per quello che emani e proponi. Quasi, quasi vorrei lavorare con te: per studiarti da vicino e perché la tua proposta potrebbe essere utile anche a me, tutto sommato!]

Il riconoscimento del tuo lavoro dai pari professionisti e da chi è sopra di te di livello è uno degli elementi più significativi da considerare. E si costruisce nel tempo, attivando un controllo professionale, talvolta maniacale, sicuramente ragionato e razionale, su ogni singolo aspetto della tua comunicazione e pianificazione marketing.

Spero di averti aiutata! Se, per caso, ti sono rimasti dei dubbi, ti metto a disposizione questa opportunità!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...