Quando Mercurio ci salvò dai ladri

alaskanmalamuteguardiaL‘alaskan malamute non è un cane da guardia: è risaputo. Mercurio, però, quando eravamo in Toscana, ha avvisato l’intero condominio della presenza di due soggetti, che avevano divelto la rete di recinzione, alle 4:30 di notte.

Dormivamo, più o meno beati, più o meno accaldati.

Il mio istinto è sempre in collegamento con il mio alaskan malamute. Ero mezza addormentata quando lo sentii avvicinarsi a passo di carica, come una mandria di bufali terrorizzata, emettendo vocalizzi, abbai e mezzi ringhi mai sentiti prima, suoni di allarme rosso, pericolo imminente.

Era in allerta completa: coda dritta, spalancata, orecchie in super attenzione, agitatissimo, andava avanti e indietro, come a volerci spingere fuori dal letto. Poteva sembrare spaventato a morte, ma la coda non era fra le gambe, era sull’attenti.

Cosa avrebbe potuto mai spaventare così un malamute di quasi 3 anni?

Ci affacciammo alla finestra e, non vedendo, sul momento, niente di particolare, pensai dovesse fare una diarrea imminente. La cosa mi pareva strana… però mai e poi mai avrei immaginato una sorta di pericolo in stile rapina in casa.

Vestita in fretta, lo portai giù rapidamente: eravamo al 4° piano. Il mio lui, invece, controllò i serramenti e la casa.

Usciti, lui fece effettivamente i suoi bisogni, ma si immobilizzò davanti all’entrata secondaria dell’edificio, puntando verso gli alberi, con il pelo alzato, immobile e la coda nuovamente in allarme. Era buio, ma mi arrischiai a fare qualche passo nella direzione indicata dal mio malamute.

Lui era come piantato con le zampe a terra.

C’erano due uomini, in effetti. Sul momento pensai fossero operai ma, considerando l’orario e il luogo nascosto in cui si stavano fumando una sigaretta, considerando l’atteggiamento d’allerta totale del mio cane, preferii essere cauta, tornare dentro e non fare rumore.

Merry, una volta rientrata, si piazzò davanti alla porta d’ingresso e non mollò la postazione quasi fino al mattino, alternando la guardia al portone d’ingresso con la guardia alla porta della nostra camera. Nessuno gli ha mai insegnato questo comportamento: l’ha messo in pratica d’istinto.

Il condominio, che adora Mercurio, avendolo sentito abbaiare e fare rumore alle 04:30, la mattina dopo ci ha chiesto come mai. Insieme alla Signora Ammiraglio della palazzina, andammo a controllare la rete di recinzione e, in effetti, Merry beccò subito i due punti in cui era stata divelta e scavalcata dall’interno verso l’esterno, segno che i due erano entrati. 

Questo fatto ci ha colpito tutti: mai e poi mai avrei detto che il mio alaskan malamute sarebbe stato in grado di avvisarci di un pericolo. Controllati i terrazzi, i serramenti e le condutture, non abbiamo trovato niente di fuori posto. Evidentemente il trambusto del mio cane – non è piacevole sentire i vocalizzi di un malamute in allarme, provenienti dall’alto, in piena notte – il caos che abbiamo fatto noi accendendo luci e tirando sù le persiane, li ha portati a desistire dal loro intento.

La mattina dopo, ovviamente, Merry si è beccato un osso gigante come premio per il suo lavoro. Certo, un malamute non è un cane da guardia però sapere che Merry si prende cura di noi anche di notte è una gran cosa.

E’ un grande cane…. anche se ultimamente ci scontriamo molto, ma è un grande cane.

Annunci

2 Comments

  1. Ciao non sapevo dove scriverti quindi provo qui. Ho sempre adorato gli alaskan malamute e averne uno è sempre stato il mio sogno. Vivo a Ud in un appartamento di 120mq, ho solo un paio di piccoli balconi ma ho un parco enorme sotto casa mia.
    Non ho mai avuto cani, solo gatti. Attualmente ho una gatta con un caratterino dominante.
    Ho visto un malamute di 4 anni che è sempre vissuto in un box, non ha mai socializzato con altri cani, gatti ecc.. e da quello che mi dicono potrebbe essere indicato ler lui un lercorso di socializzazione con un esperto della razza.
    Il cane si trova in Slovenia e sta cercando adozione, attualmente si trova nel box dei proprietari… Potresti darmi qualche consiglio? Meglio che stia con qualche esperto della razza? Si potrebbe fare un percorso di socializzazione? Con chi?
    Grazie mille e il tuo blog è meraviglioso complimenti per la tua splendida e ricchissima esperienza.

    Chiara

    Mi piace

  2. Ciao Chiara,
    perdonami l’assenza lunga e il ritardo totale nella risposta. Sono state settimane molto impegnative.
    Probabilmente ora hai già individuato la soluzione al tuo problema… ma se ancora non hai fatto niente… La cosa che mi sento di dirti è: lascia stare.
    Se non hai mai avuto cani, non ha alcun senso iniziare da un malamute adulto con problemi forti come quelli che ipotizzo dalla tua descrizione.
    Spero tu non abbia deciso di prenderlo perché mossa a compassione… è una scelta di vita totalmente impegnativa… Quello che ti posso dire è condividi sui tuoi social oppure conosci il mio malamute, parliamone insieme di persona…
    Ma il mio consiglio è di lasciarlo a persone più esperte. Non perché tu non sia in grado.. ma perché un malamute è complicato quando è sano ed equilibrato… quando ha problemi… è una cosa ancora più enorme.
    Un caro saluto

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...