Dimagrire (quasi) 18 kg con il mio malamute

alaskan malamute roma

Dopo avervi fatto ridere con le mie considerazioni semi serie sull’azzardata ipotesi di iniziare il torneo per la conquista del mio cuore, vi racconto una cosa più concreta e succosa. Cioè, come sono riuscita a dimagrire, perdendo i miei primi 18 kg con l’aiuto prezioso del mio alaskan malamute. A dire il vero, la cosa è piuttosto banale e semplice. Basta dire la parola “malamute” per configurare una vasta gamma di attività sportive all’aria aperta, tutte fortemente stimolanti, eccitanti, divertenti e dimagranti.

Corsa, bici, trekking, sleddog, nuoto, trail, nordic walking, ski joring.

Ora: ho paura dell’acqua e non ho ancora trovato il coraggio per (ri)fare un corso serio di “galleggiamento” però mi sono ripromessa di superare anche questo mio limite.

Sapete perché? Perché vorrei fare kayak con Merry: lui adora nuotare e, se per caso mi dovessi ribaltare in un fiume/torrente/lago, vorrei essere tendenzialmente in grado di riemergere senza lasciarci le penne (eccessivamente).

Mi piace tantissimo l’idea di nuotare con Merry: sarebbe una cosa in grado di unirci ancora di più ed è per questo che – ne sono certa – presto o tardi farò anche un corso di nuoto (mal che vada, mi terrò salvagente, pinne e galleggianti 😛 ). [Qui si aprirebbe di nuovo una parentesi sull’ipotetico nuovo papà per Merry ma, solo perché è Pasqua, lasciamo cadere il discorso 😛 ]

Comunque, insomma, da poco più di due mesi ho iniziato una dieta di stampo proteico a cui ho abbinato il malamute come attività fisica. Al dietologo ho parlato chiaro: non mi dica di rinchiudermi in palestra perché non ci vado, mollo nel giro di una settimana. Devo stare libera, sporcarmi di terra e fango, avere le gote rosse per l’aria fresca e il movimento intenso.

Non mi dica di fare corsi a nastro, nemmeno corsi di ballo perché non voglio avere a che fare con marpioni e non ho alcuna intenzione di mettermi davanti a uno specchio, sentendomi indicibilmente male vedendo le altre donne magre fare faville. Mi lasci stare da sola con il mio cane e tutto andrà bene. Costruiamo qualcosa che sia sostenibile per la mia vita da single, lavoratrice autonoma e mamma di mally. Quindi: eliminato tutti i carboidrati, gli zuccheri, i legumi, la frutta e alcune verdure, ho continuato la mia quotidianità con le camminate con Merry a passo svelto. 5-10 km ogni giorno, anche con il piede fasciato, gonfio, anche con le scarpe non adatte (ne consumo una media di due paia ogni due mesi). Dal camminare, stiamo passando al correre e dal correre al trottare a passo malamute.

Immaginate: siete su uno sterrato costeggiato da campi. All’improvviso, sbuca una lepre e voi date il permesso al vostro cane di partire all’inseguimento della cara bestiola. Il vostro malamute è imbragato a voi e, vedendo la preda correre davanti a lui, parte a passo di carica iniziando a tirare seriamente, con falcate ampie e veloci, sempre più veloci. Voi, dietro, morite per mancanza di ossigeno, ma vi divertite e continuate a dirgli: “Go, go!” e quando l’esserino decide (finalmente!!!) di buttarsi in un rovo e sparire dai maroni, voi avete bruciato diverse calorie facendo felice il vostro cane e realizzando qualcosa per il vostro allenamento in velocità. Vi siete divertiti, tra l’altro: quando il malamute parte in traino serio e corre: beh, ragazzi miei! Questa sì che è vita! E’ una goduria!

Fate lo stesso sul tapis roulant e, se avete un’animo simile al mio, avete già mollato dopo i primi 10 secondi. Non ho niente contro le palestre, sia chiaro. Ho speso svariate mila euro nella mia vita in corsi, abbonamenti, pacchetti, lezioni singole, istruttori personali e quant’altro e la mia tenacia al riguardo è durata .. dalle due settimane a due mesi…. nonostante il conto salato pagato, la sauna inclusa, l’idromassaggio e tutte le cose stupende dei centri benessere con centri sportivi inclusi.

Ho provato tutto: dall’aerobica all’hydro bike, dallo spinning al gag, pilates, sala macchine e anche una lezione di kick boxing ho sperimentato in gioventù. Mi manca solo l’hip pop e la zumba. Ho seguito corsi di salsa, bachata, tango argentino, danza del ventre, balli classici. E non sono mai riuscita a fidelizzarmi con nessuna di queste attività. Men che meno a dimagrire: all’uscita, ero talmente frustrata che il Mc Donald’s mi accoglieva a braccia aperte. Questione di carattere, non di luogo. Delle palestre detestavo anche l’intimità forzata con sconosciuti. Infatti, andavo sempre quando sapevo di trovare pochissima gente e quella che c’era mi stava comunque sulle scatole…. perché rompeva la mia “bolla di privacy”.

Che poi…. volete mettere farvi 8 km di tornanti in montagna a piedi, nella foresta di Pramosio, tagliare la strada arrampicandomi sui pendii imprecando in Friulano Style tutte le coniugazioni di Dio perché “l’è dura la salita” e sbucare in prati con mucche e capre, mangiarvi una sana ricotta affumicata in malga per poi proseguire fino al lago, proseguire ancora e raggiungere il Timau, magari dormendo una notte fuori con i cani al seguito? Volete mettere???? Certo, non lo si può fare ogni giorno. Ma è sufficiente avere voglia di dare libertà alle gambe per divertirsi con un malamute.

Così sto per tagliare il traguardo dei -18 kg in poco più di due mesi e sono a metà percorso. Forse quasi a due terzi.

Il mio obiettivo? Raggiungere quella conformazione fisica che mi fa sentire a mio agio, bella, femminile e libera. Non ho in mente un peso, un traguardo da segnare. Ho in mente come voglio essere e fino a quando non lo avrò raggiunto continuerò a seguire questo percorso. Lasciando zuccheri e carboidrati, ho trovato tanta energia in più: a volte vorrei una bella carbonara, i dolci mi tentano, il pane di fa venire l’acquolina in bocca, ma il mio stomaco si chiude all’idea di perdere tutto solo per una gola momentanea. Verrà il tempo in cui integrerò di nuovo tutto e capirò come mangiare senza ributtare su i kg persi. Per ora, però, mi godo l’equilibrio che ho trovato, i pantaloni che cadono, le camicette che rientrano, gli stivali che si chiudono di nuovo, un senso di me più sereno, forte e felice.

In generale, della mia dieta, delle mie rinunce, di ciò che faccio per far quadrare i conti, non parlo con nessuno e non voglio che nessuno metta bocca in “questa cosa”. Non chiedo nemmeno pareri al riguardo, mi faccio bastare ciò che io ritengo giusto per me perché mi sento bene. Questo è un esercizio duro però mi serve per focalizzarmi e avere fiducia nella mia opinione senza dipendere dall’approvazione altrui, di cui voglio fare a meno da qui all’eternità.

Non è questione di egoismo o narcisismo: non posso più dipendere da un’opinione soggettiva di una persona qualsiasi su me stessa. L’ho fatto per troppo tempo ed è stato ridurre al macero la mia anima. Non a caso, il costo del mio addio si è configurato in oltre 30 kg presi in un anno. Sono cose che non dovranno mai più accadere e mi impegnerò a vita affinché io non consegni di nuovo la mia anima “chiavi in mano” al primo impianto di macerazione a disposizione.

La mia anima e il mio corpo.

Per me dimagrire vuol dire riprendere in mano le redini della mia testa, forza, corpo e vita.

Per questo è una cosa importante, che custodisco gelosamente e per la quale sono in grado di tirare fuori le sciabole bilama per difendere i miei confini, se necessario… o anche a sproposito. E’ un passaggio necessario. Merry, in questo, è mio alleato totale. Mi aiuta a superare i miei limiti e mi segue sempre nell’esercizio fisico senza mai crearmi problemi. Per forza… è un malamute. Uscire, camminare, macinare km a piedi è la sua vita. E lo è anche per me.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...