Friuli Alaskan Malamute Friendly

fiume Tagliamento
ho scoperto un Friuli Alaskan Malamute Friendly che non immaginavo! In questo articolo, vi darò alcune chicche sui luoghi da vivere con i malamute: noi ne avevamo due al seguito e siamo entrati ovunque

fiume Tagliamento

Bb antico casale – camino al tagliamento

I miei amici hanno soggiornato nel BB “Antico Casale” di Camino al Tagliamento, loc. Codroipo e, benché non abbia idea di come siano le camere interne, posso riportare alcune particolarità che mi hanno colpito:

  • Ci hanno permesso di far giocare i nostri malamute nel giardino interno molto grande e spazioso; i cani erano liberi e il cancello d’ingresso era chiuso. Nessuno ha protestato per le zampate di terra nel porticato e nessuno ha protestato per la fisicità dei nostri cani
  • Ai miei amici è stata assegnata una camera con balcone, per permettere al cane di dormire fuori, se ne aveva piacere; la cucciolona, però, ha dormito dentro la loro stanza e nessuno ha protestato per questo
  • La zona colazione e la cucina comune erano accessibili ai cani e i cani sono stati senza guinzaglio, hanno giocato con moderazione e sono stati al tavolo con noi, a mangiare
  • Al termine della strada (lato dx dall’uscita del portone con spalle al BB) iniziano km di campi nei quali è possibile lasciar correre liberi (e cacciare le lepri) i Malamute e il fiume è a 2 km di distanza dall’inizio della strada. Dovete solo andare sempre dritti e vi troverete dentro al fiume senza colpo ferire
  • Abbiamo usato dog scooter e mountain bike con i cani in traino, sia in coppia, sia singoli. Vi segnalo due cose: a lato della strada di campo ci sono i canaloni con l’acqua (se il mally ama l’acqua, state attenti che non vi tiri dentro). Lo sterrato porta a diversi paesetti di zona e alcune auto passano per raggiungerli: il lato positivo è che, essendo tutta pianura piattissima, le auto le vedete arrivare in lontananza e avete tutto il tempo per fermarvi o richiamare i cani, se liberi
  • Il Tagliamento è pieno di animali selvatici, in particolare lepri: a noi è andata bene perché sono partite 4 lepri in 4 direzioni opposte e i nostri malamute, giocando nell’acqua, annusando senza “prendere” una traccia, non le hanno individuate (ma noi sì!). Siamo riusciti a fare dietrofront senza far partire i mally all’inseguimento totale nel letto del fiume (ma si sarebbero certamente divertiti… loro!)

OSTERIA ALLE RISORGIVE – CODROIPO

La prima sera abbiamo cenato all’Osteria dalle Risorgive di Codroipo con entrambi i nostri Alaskan Malamute dentro alla sala ristorante. Ci è stato permesso di tenerli accanto a noi, con la richiesta di mantenerli calmi e di non infastidire gli altri ospiti. Il piatto di affettati misti ha ampiamente svolto la sua funzione di calamita d’attenzione e ubbidienza.

La sensazione è che, all’atto della prenotazione del tavolo, il proprietario non avesse ben chiaro in mente la stazza dei nostri cani e, quando siamo arrivati, ho avuto l’impressione desiderasse tornare sui suoi passi ma, poi, per non fare una brutta figura, ci ha consentito comunque di cenare lì e di non andare via. Da parte nostra, abbiamo cercato di non dare fastidio alle persone tanto che, quando siamo andati via, molti si sono sorpresi ci fossero dei cani di taglia grande in sala perché non se ne erano accorti.

bosco Sauris malamute

MERCATINI DI NATALE – SAURIS

L’ambiente montano è strepitoso. Sauris di Sopra è un gioiellino e Sauris di Sotto pullula di ghiottonerie e prosciuttifici. L’8 dicembre mancava solo la neve e ci saremmo ritrovati in un presepe vivente. Boschi, pratoni, piste per il fondo, agriturismi, sentieri, il lago… tutto bellissimo. I mercatini di Natale erano all’aperto e, quindi, nessun problema d’accesso ai cani. L’unica cosa è l’aspetto logistico-relazionale: essendo un luogo magico, all’aperto, c’era tantissima gente con i cani e bisognava prestare attenzione agli incroci e passaggi ravvicinati fra bancarelle, turisti, cavalli da traino con babbo Natale e campanacci e cani di tutti i tipi al guinzaglio e sciolti, galline libere e gatti. Diciamo: esperienza bellissima, a tratti impegnativa. Però c’era da aspettarselo e.. come si suol dire… “Hai voluto la bicicletta: mò pedala!“.

RISTORANTE BORGO DEGLI ELFI – SAURIS

Dopo averli lasciati liberi di correre e scalare nei boschi intorno a Sauris, siamo andati a pranzo al ristorante Borgo degli Elfi. La proprietaria ci aveva riservato un posto anche per i nostri due Alaskan Malamute, ma erano stanchi e li abbiamo lasciati dormire in auto. Anche un’altra coppia di ragazze aveva prenotato per loro + due  pastori belga e anche a loro era stato dato il permesso. Come noi, li avevano lasciati in auto a riposare.

L’ambiente è piccolino, ma è bella quest’apertura verso i cani. A metà pranzo è arrivata la mamma cagnolina con uno dei suoi cuccioli, in braccio allo chef, e la nonna dei cuccioli. Erano senza guinzaglio e sono state amabilissime con i clienti del locale e con i bambini pestiferi. Non so cosa sarebbe successo se ci fossero stati due malamute e due belga dentro la sala ristorante.

Vi informo anche che ci sono tre collie liberi nella zona e, se non erro, qualche altro cane pastore in libertà.

Nelle vicinanza ci sono cavalli e d’estate, la zona è presa d’assalto dai dieci pastori friulani, con i rispettivi dieci greggi di pecore… quindi, se avete un alaskan malamute cacciatore, d’estate, probabilmente, vi conviene cercare altri posti per stare in serenità con il cane sciolto.

Insomma… ho scoperto un Friuli Alaskan Malamute Friendly, che non mi aspettavo e che… Mi Piace! molto 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...