Salve, gente! Eccoci tornati dopo una lunga assenza: la mia belva pelosa si è fatta un lunghissimo periodo dal veterinario: abbiamo dato un nome a tutte le paturnie genetiche, che gli limitano la vita, di tanto in tanto. Mi sono dovuta mettere il cuore in pace: il mio orsettone non potrà mai diventare papà. Pazienza: lui è unico. Per festeggiare, ci siamo dati alla pazza gioia con escursioni in montagna, complice una temperatura splendida, la riacquistata forma fisica di Merry e gli incontri divertenti con altri cucciolotti.

La prima gita fuori porta è stata da Artegna a Montenars seguendo il sentiero delle cascate con la piccola Akita, l’innamorata del mio lupo (ricambiata con trasporto). Noi abbiamo imboccato l’entrata dal Monte Faeit, arrampicandoci nelle tortuose strade di Artegna, parcheggiando al limitare del bosco e salendo, seguendo la strada asfaltata, che conduce al confine con Montenars, segnato da un pietrone antico. Eravamo accompagnati dall’umano di Stella (traduzione italiana dell’omonimo giapponese).  Abbiamo imboccato il primo sentiero sulla sinistra, lasciando l’asfalto per lo sterrato, scendendo fino all’imboccatura di una nuova strada di Artegna; siamo risaliti lungo il monte, entrando subito nel sentiero che, allungandosi alla nostra destra, scendeva verso le prime cascate. torrente_orvenco_sentiero_delle_cascate

Queste pozze sono meravigliose e vengono formate dal torrente Orvenco. Abbiamo risalito il corso del fiume, seguendo a tratti il sentiero didattico e a tratti l’esperienza della nostra guida, che ci ha raccontato tantissimi aneddoti della sua vita da ragazzo in questi boschi, come la maturità preparata facendo il bagno nelle vasche naturali, cristalline e gelide del torrente. Superati i primi metri, nei quali era ancora possibile(e auspicabile) tenere i cani al guinzaglio, dovendo adattarci a delle scalate in stile Indiana Jones, abbiamo sciolto entrambi i nostri cani, che sono rimasti vicini e pronti ad aiutarci individuando i passaggi migliori, l’orientamento e la vicinanza all’acqua.

sentiero_cascate_artegna_montenars0Il sentiero delle cascate, chiamato anche Troi de Cascades, è un anello, che si percorre sul monte Faeit.L’escursione non è semplice perché, anche seguendo le indicazioni C.A.I. del percorso, senza discostarsi di una virgola dalle informazioni presenti sugli alberi, ciò che ci si ritrova a percorrere è un terreno spesso roccioso, sul quale arrampicarsi o comunque da percorrere con estrema attenzione in alcuni suoi punti perché senza passamano. Le vostre spalle, in alcuni tratti, danno su alcuni strapiombi e, se non badate bene a dove mettete i piedi, il rischio di cadute si fa ancora più elevato. Non è un percorso impossibile: non sono una escursionista esperta. Ho iniziato da poco ad avventurarmi in montagna con il mio Alaskan Malamute e ho la capacità di arrampicata (sarebbe meglio dire di “issata”) pari a quella di un elefante. I pischelli di Artegna e Montenars vengono a fare il bagno d’estate e salgono in ciabatte oppure scalzi, scalando le cascate a nuoto e a piedi. La parte più agevole si incontra nella zona alta del torrente: il percorso didattico è realizzato su sentieri accessibili anche ai bambini, con staccionate di legno, zone di riposo, pannelli informativi sulle specie animali e vegetali, immagini e spiegazioni del percorso. In zona ci sono molte escursioni, che si possono seguire in semplicità e che sono descritte nella guida “I sentieri del bosco” di Ivo Pecile, edito da Sentieri Natura.

sentiero_cascate_artegna_montenars

I nostri cuccioli si sono stra divertiti: hanno annusato di tutto e di più, corso, scalato. Merry ha fatto il Land Rover con la coda e la piccola Stella ha imparato a superare, grazie all’esempio del mio cane, un ponte con il “pavimento” a griglia di ferro. Merry potrebbe essere un ottimo cane tutor per i cuccioli, in futuro. Lui ha le qualità spiccate del cane equilibrato che, con il dovuto percorso, potrebbe dare grandi soddisfazioni nell’aiuto dei suoi simili.

Magari più avanti vi racconto le nostre avventure con l’educazione cinofila e i nostri percorsi di addestramento, obbedienza e lavoro 😉 Ricordatemelo, se me ne scordo: potrebbe essere interessante da far conoscere, infondo. L’Alaskan Malamute è visto spesso come cane non addestrabile, “buono solo” per il traino su distanze limitate. Tutto sommato, c’è molto di più in questo animale superbo.

One thought on “Da Artegna a Montenars: il sentiero delle cascate con i cani”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *